STAMPAGGIO SANDWICH POLIURETANO-COMPOSITI:

Questo brevetto applicato in questo caso alla costruzione di tavole da surf, consente di velocizzare le operazioni di costruzione per oggetti in materiale composito, sfruttando appunto le peculiarità dei poliuretani e compositi.

Per questo prototipo che pesa circa 6 Kg. si è stratificato lo stampo diviso in due semigusci, con le stuoie impregnate di resina o preimpregnate, naturalmente prima di questa operazione abbiamo applicato alla faccia esterna del controstampo il gel coat.

Alla chiusura dello stampo si inietta il poliuterano così da ottenere un manufatto finito all'aspetto estetico e con la parte interna dei sandwich costituita dalla schiuma poliuretanica. Sulle facce esterne avremo quindi gli strati di carbonio, kevlar o vetro incollati automaticamente al poliuretano che c'è all'interno. I risultati ottenuti per rigidità e leggerezza sono stati eccezionali. A titolo esemplificativo prima della realizzazione di questo stampo era stata provata la flessione su una lastra di 10 mm di spessore lunga 1 metro, larga 20 cm stampata a 200 kg/m2 con e senza stuoie. I risultati sono stati che la lastra senza stuoie sottoposta a flessione con 2 appoggi e carico al centro di 30 kg. fletteva di 80 mm. Quella con le stuoie non era misurabile. Continuando abbiamo voluto vedere a quale carico si flettesse e siamo arrivati ad appoggiare 135 kg. prima che si evidenziassero fenomeni di delaminazione.

Questa tecnologia già testata, permette di costruire oggetti non solo dedicati al campo nautico ma anche a quei settori in cui il rapporto fra peso e rigidità è molto importante. Tipo settore aereonautico, movimentazione competizioni sportive, arredo, protezioni urti e sicurezza, protesi ortopediche ecc. ecc..

brevetti brevetti brevetti